amicifgc.it

       amici della Ferrovia Genova - Casella

RESOCONTO INCONTRO IN REGIONE del 29 MARZO 2017

.

Mercoledì 29 Marzo si è svolto un incontro presso la Regione Liguria tra l’Assessore ai Trasporti Giovanni Berrino (affiancato della struttura tecnica regionale che si occupa di trasporto pubblico) ed il rappresentate del Tavolo Tecnico per il rilancio della FGC Roberto Rava affiancato da un rappresentante della giunta comunale di Sant’Olcese, da un rappresentante dei pendolari e da un rappresentante dell’Associazione. L’incontro era stato richiesto da questi ultimi per discutere del futuro della ferrovia dopo la sua riapertura lo scorso maggio.

Ecco brevemente i temi affrontati:

ROTABILI

Nel corso dell’incontro è stato confermato quanto ormai si vociferava da diverse settimane, ossia che non sarà più terminata la costruzione del tram-treno Sirio dopo il forte ritardo accumulato ed i numerosi problemi tecnici insorti durante la realizzazione del treno che aveva (lo ricordiamo) carattere di prototipo.

Pertanto, i 3.3 mln di euro di finanziamento statale del convoglio, per via dei loro stingenti vincoli d’utilizzo, saranno utilizzati per altri progetti di TPL, sempre in Liguria, ma non più sulla FGC.

Invece gli 1.155 mln di euro di co-finanziamento regionale (articolo 15 della legge 422/97) precedentemente destinati al tram-treno Sirio, a cui si aggiungeranno altri circa 550.000 euro per un valore complessivo di circa 1.7 mln di euro, saranno utilizzati per eseguire interventi di rinnovo del materiale rotabile esistente, sia procedendo ad un restauro/revisione generale dei mezzi storici (A1, A5, A6 e 29) sia procedendo ad un aggiornamento tecnologico di quelli più moderni (le cosiddette FIREMA).

Nel corso della riunione è stato confermato che la Giunta Regionale ha già deliberato in tal senso e che ora si attende solo la rettifica da parte del Ministero dei Trasporti per procedere alla fase esecutiva.

Nell’opinione di chi scrive, la rinuncia al tram-treno Sirio e la destinazione delle risorse regionali dedicate a questo progetto al rinnovo dei rotabili esistenti per aumentarne comfort ed affidabilità è senza dubbio una buona notizia visto il carattere prototipale ed i problemi di affidabilità relativi al nuovo convoglio. Inoltre, essendo un convoglio singolo con specifica procedura manutentiva, questo avrebbe rischiato di produrre più svantaggi che vantaggi. Viceversa un piano di revisioni generali ed aggiornamento tecnologico di TUTTI i mezzi esistenti può effettivamente migliorare in tempi relativamente più brevi il servizio nella sua interezza.

Confermato anche lo stanziamento di 723 000 euro l'anno da parte della Regione ed inserito nell’attuale contratto di servizio: le annualità erogate sino al 2015 compreso sono state utilizzate in modo solo parziale nei recenti lavori mentre oltre tale data sono ancora tutte da impegnare. Sulla base del piano d’investimenti presentato da AMT questo fondo sarà destinato prevalentemente ad interventi riguardanti l’infrastruttura comprensivi ulteriori rinnovi del binario e potenziamento dell'offici­na-deposito di Casella.

 

CONTRATTO DI SERVIZIO

Riguardo al futuro, ossia alla scadenza del contratto di servizio con AMT nel 2019, la Regione non esclude nessuna ipotesi, dal rinnovo dell'attuale contratto con AMT (esiste infatti l'opzione per un rinnovo di altri 6 anni alle stesse condizioni) sino ad una nuova gara. Dipende anche molto da cosa sarà AMT tra 3 anni, visto che per affrontare la gara (questa nel 2018) per il servizio di TPL urbano genovese (quindi indipendente dal discorso FGC), l’Azienda genovese dovrà subire profonde trasformazioni (fra cui fusioni con altre aziende di TPL) per raggiungere i requisiti patrimoniali richiesti.

In ogni caso l'Assessore ha confermato la volontà di voler sicuramente proseguire l'esercizio della FGC oltre tale data e la Dirigente della Regione ha detto che si pensa ad un servizio sia turistico che di TPL (come oggi), motivo per il quale si è scelto di non includere la tratta nel "famoso" disegno di legge sulle ferrovie turistiche attualmente in discussione al Senato che si applicherebbe solo a quelle "sospese dal servizio di TPL". E’ stato inoltre escluso qualsiasi coinvolgimento nella gestione dell’impianto con Fondazione FS (erano circolate, nei mesi scorsi, alcune dicerie in tal senso…) perché essa si è dichiarata non in grado di gestire un impianto come la FGC che non è solo turistico.

TITOLI DI VIAGGIO ED AGEVOLAZIONI

Nelle questioni affrontate rientra anche la possibilità di acquistare titoli di viaggio on-line e prenotare da casa il viaggio sulla FGC. L'Assessore ha riconosciuto l'importanza di questa possibilità, anche e soprattutto per il turismo, ed ha detto che chiederà ad AMT di sviluppare tale funzionalità al più presto, anche nelle more dell'attivazione della bigliettazione elettronica a livello regionale. Si è anche parlato della contraddizioni che l’attuale sistema tariffario porta per i biglietti di corsa semplice per chi risiede a Sant’Antonino e San Pantaleo, ma per il momento non si vede alcuna soluzione a questa problematica, comunque abbastanza marginale poiché gli utilizzatori più frequenti possono comunque usufruire dell’abbonamento urbano di AMT (settimanale / mensile / annuale) sino a Pino.

CORSE NOTTURNE

Tutti i presenti hanno concordato poi che sarebbe bello poter offrire, magari al sabato d'estate, delle corse notturne da Casella a Genova sia per lo spettacolare scenario offerto dalla discesa notturna sul capoluogo ligure, sia per poter cenare nei molti ristoranti dell’entroterra gustando del buon vino e tornando a casa in piena sicurezza col mezzo pubblico, senza rischiare patente o peggio. Allo scopo sarà valutata la possibilità di introdurre tale corsa, previa verifica da parte della Regione dei costi con AMT anche valutando la possibilità di “sponsorizzazioni” da parte delle imprese locali.

REVISIONE GENERALE A6

Nella breve discussione sui rendering dei nuovi interni dell’elettromotrice A6 (motrice fuori servizio da diversi anni), il cui progetto di revisione generale ha appena concluso la fase preliminare, tutti hanno concordato sulla necessità che i posti a sedere siano disposti in modo da poter godere al meglio della visuale panoramica offerta dal tracciato.

Il resoconto ufficiale dell’incontro, redatto dal Coordinatore del Tavolo Tecnico Roberto Rava, è disponibile sul blog “Sant'Olcese Inform@”.

 

 Home

amicifgc © 1999 - 2017