amicifgc.it

       amici della Ferrovia Genova - Casella

INTERVENTI SULLA FGC NEL TRIENNIO 2018-2020

IL PIANO D’INVESTIMENTO ELABORATO AMT E REGIONE LIGURIA

.

Con la delibera della Giunta Regionale numero 589 del 25/07/2018 è stato approvato il piano d’investimenti presentato da AMT per il periodo 2018-2020 sulla Ferrovia Genova Casella.

LE FONTI DI FINANZIAMENTO

 Come specificato negli allegati al programma stesso, le fonti di finanziamento di detto piano sono le seguenti:

A.      Fondi Accordo di Programma previsto dall’art. 15, del d.lgs. 422/97

L’accordo di programma in questione venne sottoscritto, ai sensi dell’articolo 15 del d.lgs. 422/97, in data 17 dicembre 2002 fra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Regione Liguria. Esso prevede il trasferimento di fondi per alcuni interventi da effettuarsi sulla Ferrovia Genova Casella. Una parte consistente di detto finanziamento è già stata utilizzata per finanziare precedenti interventi di rinnovo dell’armamento (2006) e per la manutenzione della stazione di Manin (2005) nonché per il ripristino del materiale rotabile (Carrozza C101).

Una parte rilevante di tali risorse, precisamente € 1.155.000 euro, erano state destinate a cofinanziare la costruzione di un nuovo treno da immettersi sulla linea (il tram treno SIRO) e sono state a lungo “congelate” su tale progetto.  Tuttavia poiché la fornitura del suddetto treno non si è realizzata, la Giunta Regionale in data 7/3/2017, con DGR n. 186, ha stabilito che l’importo di € 1.155.000,00 debba essere impiegato per il rinnovamento del materiale rotabile già in servizio sulla Ferrovia.

Di seguito il riepilogo degli interventi ancora da effettuare, di cui all’accordo di programma, così come rimodulati dalla DGR 186/2017: si tratta di complessivi € 1.967.168,97 ancora da spendere sui diversi programmi.

.

DGR 186/2017 – Rimodulazione interventi da effettuare

Consolidamento sede in località Vallombrosa

€ 232.405,60

Interventi di  ripristino materiale rotabile

€ 579.763,37

Interventi  di ripristino materiale rotabile (di cui € 630.000,73 già in disponibilità di AMT Spa)

€ 1.155.000,00

.

A.       B.   Fondi ex art. 5 del Capitolato appalto

Ai sensi della lettera d) del comma 1 dell’articolo 5 del Capitolato Speciale di Gara per l’assegnazione del servizio è stanziato a Bilancio Regionale un ammontare di risorse annue pari ad € 723.039,66= da utilizzarsi per investimenti sulla linea e/o sul materiale rotabile.

Di tali risorse, escluso quanto già speso in precedenti interventi identificati dal precedente piano d’investimento, rimangono disponibili gli importi delle seguenti annualità:

.

 Fondi ex art 5 Capitolato Speciale d’Appalto

ATTO

IMPEGNO

CAP.

NOTE

DISPONIBILITA’

Decreto n. 3099/2012

3573/12

3054

Mantenuto/liquidabile

€ 143,304.24

DGR 1307/2013

4473/13

3054

Mantenuto/liquidabile

€ 589,537.78

DGR 1307/2013

4474/13

3056

Mantenuto/liquidabile

€ 100,576.05

Decreto n. 1152/2014

1419/14

3054

Mantenuto/liquidabile

€ 723,039.66

DD 3011/2015  (*)

3648/16

3011

ex 5206/15 reimputato 2016 e mantenuto

€ 340,708.95

574/16

3011

Mantenuto

€ 723,039.66

228/17

3011

Reimputato al 2018

€ 723,039.66

161/18

3011

In corso

€ 723,039.66

230/19

3011

In corso

€ 723,039.66

TOTALE

€ 4,789,325.32

(*) Cronoprogramma n. U000395/2015  dal 2015 al 2019

.

C.      Fondi in disponibilità di AMT Spa :

Nell’ambito di questa voce rientrano i fondi che Regione Liguria ha già liquidato ad AMT Spa per spese che poi non sono state sostenute oppure i rimborsi che AMT ha ottenuto dalle Assicurazioni a seguito di eventi calamitosi come le alluvioni oppure i fondi ereditati dal precedente gestore della Ferrovia Genova Casella.

Nel Piano degli interventi sono stati individuati gli interventi che saranno coperti direttamente da AMT Spa con i fondi già in cassa e che, pertanto dovranno essere rendicontati alla Regione senza ulteriori adempimenti contabili da parte della Regione stessa.

.

acconto sugli oneri per l’acquisto del treno

€ 630.000,73

rimborso da parte dell’assicurazione di AMT Spa per i danni alluvionali del 2011

€ 150.000,00

fondi già in disponibilità della Società Ferrovia Genova Casella S.r.l. e trasferiti ad AMT dall’atto di cessione del Contratto

€ 71.245,50.

.

D.      Fondi di cui al DM 308/2016

Con Decreto 308/2016, il MIT ha messo a disposizione, a favore della Regione Liguria, l’importo di € 467.231,36. Per l’utilizzo di tali fondi è in corso di stipula apposito Accodo integrativo con il Ministero, il testo del quale è stato recepito con DGR 188/2018.

Complessivamente, sommando gli importi derivanti dalle 4 fonti di finanziamenti di cui sopra (A,B,C e D) si tratta di circa 7,5 mln di euro che potranno essere spesi per migliorare il servizio sulla Ferrovia Genova – Casella.

GLI INTERVENTI

 * Gli interventi finanziati con queste fondi si suddividono su tutti gli ambiti della ferrovia:

·         Interventi di manutenzione e consolidamento dell’infrastruttura ferroviaria e dei suoi apparati;

·          * Interventi legati all’aggiornamento “mid-life” delle elettromotrici tipo FIREMA, con un upgrade dell’elettronica e la creazione di una scorta di componentistica meccanica che permetta di minimizzare i fermi per manutenzione;

·         Interventi di aggiornamento di alcuni impianti tecnologici presenti lungo linea (radio e PL)

·          * Interventi volti alla creazione di una nuova officina di manutenzione rotabili.

Ecco specificato in dettaglio gli interventi indentificati dal piano d’investimento dal 2018 al 2020:

.

Progressivo

Descrizione

Stato

 Valore intervento

1

Ristrutturazione dell’attuale deposito e trasformazione in deposito/officina riscaldato attrezzato con fossa di visita rotabili per manutenzioni

Progettazione esecutiva terminata

                848,709

2

Impianto radio digitale con invio posizione per ridondare l’attuale rilevamento posizione via GPS

Progettazione preliminare terminata

                200,000

3

Manutenzione straordinaria armamento per eliminare ultimi rallentamenti

Lavori in corso

                565,000

4

Monitoraggio remoto PL

Progettazione preliminare terminata

                  60,000

5

Messa in sicurezza 3 piccole aree franose e sistemazione di ulteriori 3 strutture paramassi, realizzazioni nuovi parapetti ponti

Predisposizione gara d'appalto lavori

                314,000

6

Nuovo carrello completo di motori di scorta per FIREMA A11-A12

Studio di fattibilità

             1,000,000

7

Revamp vetture rimorchiate

Studio di fattibilità

                350,000

8

Fondo per interventi imprevisti straordinari a linea/rotabili/impianti anche per dissesto idrogeologico

--

             1,430,586

9-10

SOLO Progettazione revisione generale EM Spoleto A6

Progettazione esecutiva in corso

                  65,000

11

SOLO Progettazione revisione generale EM Ora A1

Progettazione preliminare in corso

                  12,000

12

SOLO Progettazione revisione generale EM Spoleto A5

Progettazione preliminare in corso

                  12,000

13

SOLO Progettazione revisione generale LOC Lanciano 29

Progettazione preliminare in corso

                  12,000

14

Realizzazione componenti di scorta per FIREMA (Mozzi corona, mezze corone con cava, cunei, tiranti, piastrine)

Realizzazione componenti in corso

                  90,000

15

Acquisto assili nuovi di scorta

Realizzazione componenti in corso

                275,000

16

Consolidamento località Vallombrosa

Progettazione esecutiva in corso

                332,406

17

Rinnovo azionamenti elettronici EM FIREMA

Progettazione preliminare in corso

             2,000,000

 

 

TOTALE

             7,566,701

.

Dalla lettura si osserva come si sia saggiamente scelto di lasciare disponibile una somma rilevante (quasi 1.5mln di euro) per far fronte ad eventuali interventi straordinari imprevisti, anche di carattere idrogeologico.

IL PIANO NAZIONALE PER LA SICUREZZA FERROVIARIA

Dalla lettura del precedente prospetto emerge che per alcuni interventi, ossia la REVISIONE GENERALE dei rotabili più anziani come A1-A5-A6 e 29 è prevista solo la progettazione. Questo perché tali interventi saranno coperti con Fondo per Messa in Sicurezza delle Ferrovie Isolate che è compreso in tale piano ma sarà trattato e regolato a parte: esso rappresenta una quinta fonte di finanziamento per la FGC.

Il piano Piano Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria (DM n. 30 del 1° febbraio 2018 di riparto dei fondi stanziati con l'articolo 1, comma 140, legge 11 dicembre 2016, n° 232) ha assegnato alla FGC circa 17mln di euro che saranno ripartiti su questi interventi (tutti da avviare):

.

Progressivo

Descrizione Intervento

Importo

1

Progettazione generale sistema di controllo e circolazione ferroviaria

                     40,000.00  

2

Messa in opera sistema di controllo della circolazione ferroviaria

              14,500,000.00  

3

Messa in opera sistema registrazione eventi e comunicazione relative alla circolazione

                   100,000.00  

4

Miglioramento SSE di Vicomorasso

                   100,000.00  

5

Installazione sistema diagnosi predittiva guasti treno

                     50,000.00  

6

Lavori di REVISIONE GENERALE materiale storico: elettromotrice Ora A1, Spoleto A5 e locomotore Lanciano 29

                1,600,000.00  

7

Revamping elettromotrice Spoleto A6

                   600,000.00  

.

CONCLUSIONE

Probabilmente per la prima volta dalla sua nascita la FGC si trova a disporre di fondi tali da permetterle di migliorare sensibilmente ed a questo punto la grossa sfida sarà abbattere le tempistiche d'intervento, noto punto critico per la quasi totalità delle opere pubbliche italiane che scontano sempre un elevato tempo d'attesa tra quando c'è la disponibilità dei fondi e quando inizia lo svolgimento dei lavori che gli stessi finanziano. Un problema non da poco, ulteriormente complicato dal nuovo codice degli appalti (che rallenta le procedure) e che spesso trasmette verso l'esterno una falsa impressione d'immobilismo.

Tuttavia complessivamente nel prossimo triennio 2018-2020 saranno avviati interventi sulla FGC dal valore di circa 24.5mln (7.5mln da Piano di AMT/RL e 17mln dal Piano Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria) che miglioreranno la nostra bella linea rendendola più moderna, più efficiente e più affidabile. Questi interventi aggiorneranno il materiale rotabile più moderno ma permetteranno anche di rinnovare e mantenere i mezzi storici che caratterizzano la linea e sono un patrimonio di inestimabile valore. Solo così infatti potrà proiettarsi verso il terzo millennio tagliando il traguardo degli oltre 90 anni di storia.

Martinelli Andrea © Consiglio AAFGC
.

 Home

amicifgc © 2018